• 0 Genk lanceert stadsapp: jouw Genk binnen handbereik

    • Cronaca
    • Scritto da Giuseppe Allegro
    • 26-06-2022
    0.00 di 0 Voti

    Met de lancering van een eigen stadsapp zet stad Genk opnieuw een belangrijke stap in het digitaliseren van haar dienstverlening. Snel en gemakkelijk zelf je zaken regelen met je smartphone, logisch in dit digitaal tijdperk. Deze stadsapp combineert de toegang tot overheidsadministratie, een overzicht van praktische informatie en links naar vrijetijdsbesteding. Zo kan je gemakkelijk een afspraak in het stadhuis vastleggen, documenten opvragen, meldingen doorgeven maar tegelijk het stedelijk nieuws volgen. Door in te loggen met itsme krijg je snel en veilig toegang tot de mogelijkheden van 'mijn burgerprofiel'. "Met de lancering van deze stadsapp brengen we onze dienstverlening heel dicht en toegankelijk bij de Genkenaren", vertelt schepen Parthoens, bevoegd voor dienstverlening, trots. "'Papieren en attesten' aanvragen en onmiddellijk ontvangen, een afspraak maken, een melding doorgeven of een aanvraag doen, dit kan op een eenvoudige manier. Daarnaast heb je een overzicht van de afvalkalender van jouw straat en kan je instellen om een verwittiging te krijgen als je de vuilzakken aan de straat moet zetten. Je hebt snel een overzicht van de boeken die je geleend hebt in de bib, de werkzaamheden in jouw buurt en de evenementen in de stad. Dit is digitalisering ten top: voor iedereen, overal en altijd binnen handbereik." En de stadapp gaat zelfs verder: met de interactieve optie de 'slimme kaart' heb je direct zicht op bijvoorbeeld de parkeerplaatsen in de stad, de locatie van de glasbakken en de bushaltes in je omgeving. Met een klik start je de stedelijke website, lees je de vacatures bij de stad of activeer je een routeplanner. Ook het openbaar vervoer wordt weergegeven op de kaart zodat je snel de bus kan nemen. "De stadsapp heeft al heel wat mogelijkheden, maar we kijken er nu al naar uit om in de toekomst meer opties toe te voegen", voegt burgemeester Wim Dries toe. De app werd aangekocht bij S-Lim die op haar beurt dit product voor Fairville verkoopt. De stadsapp is gratis beschikbaar vanaf donderdag 23 juni 2022 en dit zowel voor Android als voor Apple (IOS). https://www.genk.be/stadsapp

  • 0 Il Belgio vieterà le forme più comuni di pubblicità del gioco d’azzardo

    • Cronaca
    • Scritto da Mediasonik
    • 10-06-2022
    0.00 di 0 Voti

    Vietato pubblicizzare il gioco d’azzardo: svolta in Belgio Il vicepremier e ministro della Giustizia, Vincent Van Quickenborne:“In futuro, solo le persone che vogliono giocare d'azzardo e che cercano attivamente informazioni potranno trovare pubblicità sul gioco”. Le aziende del settore delle scommesse saranno autorizzate a fare pubblicità all'interno dei luoghi fisici in cui si gioca e sulle loro pagine web o nei risultati di ricerca su Google, ma solo nei confronti degli utenti che inseriscono termini di ricerca correlati al gioco d'azzardo. Oltre all'elenco delle forme di pubblicità vietate e consentite, il decreto del governo belga stabilisce anche una serie di regole etiche generali alle quali devono attenersi le forme di pubblicità del gioco ancora consentite: ad esempio, gli spot promozionali non potranno più utilizzare “persone fisiche” o “personaggi fittizi”. Un divieto che impedirà anche la sponsorizzazione delle scommesse da parte di volti noti della tv, dello spettacolo e del mondo sportivo. Le violazioni del decreto potranno comportare sanzioni amministrative o procedimenti penali con sanzioni pecuniarie e persino pene detentive. Si calcola che in Belgio ci siano oltre 100 mila giocatori d'azzardo attivi e che manifestano disturbi. Un terzo di loro ha una grave dipendenza. Questi “giocatori problematici” finanziano fino al 40% del fatturato delle società di gioco d'azzardo, perciò miliardi di profitti “vengono realizzati sulle spalle di persone con dipendenze”, questo quanto affermato da Van Quickenborne. Il Belgio è tra i paesi che si stanno muovendo con più decisione contro il fenomeno, che già in aprile i legislatori avevano equiparato al gioco d'azzardo e definito dannoso, eppure non è il solo. I Paesi Bassi si sono già mossi nella stessa direzione ma il dibattito infuria anche altrove, rivolto attorno a due punti cari a chi sostiene la pericolosità dei loot box: il primo è che spendere denaro reale in cambio di una speranza di guadagno non sempre soddisfatta si possa definire una vera e propria scommessa; il secondo è che inserire questo meccanismo all'interno di prodotti destinati a minori sia non solo profittatorio, ma possa anche accompagnare questi ultimi alla ricerca di simili forme di appagamento in futuro. Una cosa è certa: i loot box, così come sono congegnati, sono materia controversa anche per i giocatori stessi, che in più di una occasione hanno fatto sentire la propria voce con gli sviluppatori che li hanno inseriti all'interno dei propri giochi. Le nuove norme mirano a contrastare la “normalizzazione” del gioco d'azzardo, soprattutto per quanto riguarda la pubblicità rivolta ai minori. Il provvedimento limita o proibisce fortemente la maggior parte delle forme di pubblicità di gioco d’azzardo: dagli spot televisivi e radiofonici ai video pubblicitari su siti web e piattaforme social, passando per le pubblicità su riviste o giornali e i cartelloni in luoghi pubblici.

  • 0 Regina Elisabetta: festa nazionale e il Giubileo di platino.

    • Cronaca
    • Scritto da Mediasonik
    • 02-06-2022
    0.00 di 0 Voti

    Il Papa ha inviato alla Regina Elisabetta un messaggio per la festa nazionale e il Giubileo di platino. "In questa gioiosa occasione" il Pontefice invia i suoi "auguri cordiali" e assicura le sue preghiere - si legge nel telegramma - affinché "Dio Onnipotente conceda a lei, ai membri della famiglia reale e a tutto il popolo della vostra nazione benedizioni di unità, prosperità e pace" Quattro giorni di festa nazionale extra, con un ampio programma di eventi pubblici e grandi ospiti, nel clou dell’anniversario al via in queste ore sull’isola come in altri territori legati alla Corona. Tutte le strade e i luoghi simbolo di Londra sono stati adornati già nei giorni scorsi con con bandiere, festoni, sfarzosi addobbi floreali che riflettono i colori dell’Union Jack, l’immagine stessa di Sua Maestà che rimbalza ovunque e le insegne varie della monarchia d’oltre Manica in ogni angolo della capitale e non solo. Qui le vetrine dei negozi e di altre città del Regno Unito sono agghindate con gadget a tema, che riportano l’effige della sovrana di 70 anni fa, il giorno dell’incoronazione, e quella attuale.